Info

Mantova è una città a misura d’uomo, percorribile facilmente sia a piedi che in bicicletta.
Il centro storico è ricco di luoghi di interesse: entrando in città attraverso il Ponte San Giorgio e ammirando lo skyline con il Castello di San Giorgio, si giunge in Piazza Sordello, il cuore della città, su cui si affacciano l’imponente Palazzo Ducale, la Reggia dei Gonzaga, il Palazzo Bonacolsi-Castiglioni, il Palazzo Vescovile ed il Duomo. La piazza è il punto di partenza per una bellissima passeggiata. Passando per Piazza Broletto e Piazza delle Erbe, delimitata dalle case-bottega porticate, dove risaltano il Palazzo del Podestà e il Palazzo della Ragione con la Torre dell’Orologio, e la romanica Rotonda di San Lorenzo, si giunge in Piazza Mantegna dominata dalla Basilica di Sant’Andrea, progetto di Leon Battista Alberti. Il percorso prosegue in direzione di Palazzo Te, cinquecentesca residenza estiva dei Principi di Mantova, incontrando la Casa del Mantegna, il Tempio di San Sebastiano e il Museo della Città. Da non dimenticare anche una visita a Palazzo d’Arco, al Teatro Bibiena e a Piazza Virgiliana con la statua dedicata al sommo poeta romano Virgilio.

Mantova non è solo il suo centro storico. I laghi che la circondano, le vie d’acqua che attraversano la sua provincia, i suoi diversi volti collinare e rurale, e le sue piste ciclabili la rendono un territorio di grande interesse artistico, culturale e paesaggistico.
Grazie di Curtatone sorge il Santuario della Beata Vergine delle Grazie, meta di pellegrini e Madonnari, che ogni anno, il 15 agosto, vivacizzano con i loro gessetti l’imponente sagrato nell’ambito di una rassegna famosa in tutto il mondo.
Il territorio attraversato dai fiumi Mincio e Oglio, che dal Lago di Garda scende verso la città di Mantova, è ricco di borghi di incantevole bellezza: da Solferino a Cavriana, da Volta Mantovana a Castellaro Lagusello, bandiera arancione del TCI, da Goito a Castiglione delle StiviereMedole e Castel Goffredo. Il paesaggio è disseminato di antiche fortezze e castelli che spuntano tra le dolci e rigogliose colline moreniche.
Al centro della pianura padana, tra la riva sinistra del Po e il basso corso dell’Oglio, sorge Sabbioneta, Patrimonio Unesco dal 2008 assieme a Mantova. Le mura difensive, la pianta a scacchiera delle vie e il ruolo degli spazi pubblici fanno di Sabbioneta uno dei migliori esempi di città ideale costruita in Europa. A Viadana, cittadina celebre per la bontà dei suoi meloni, delle zucche e per il suo Lambrusco, ha sede il MuVi che, su una superficie di 4000 mq., ospita la Biblioteca pubblica, il Museo civico e archeologico, il Museo della Città, la Galleria d’arte contemporanea e l’Archivio storico comunale.
La campagna mantovana che scorre a sud del Po, definita Oltrepò mantovano, è punteggiata di belle corti, pievi matildiche, impianti idrovori e dimore rurali. Tra la terra e il Grande Fiume spicca uno dei borghi più belli d’Italia, San Benedetto Po, che colpisce per il maestoso Monastero Polironiano, edificato nel 1007 dal nonno della celebre contessa Matilde di Canossa. 
Da segnalare anche i borghi di Pieve di Coriano, con la chiesetta del 1085, Revere, sede del Palazzo Ducale sorto su progetto di Luca Fancelli, e Borgofranco sul Po, patria del pregiato tartufo bianco.